COMUNICAZIONE IMPORTANTE AI TITOLARI DI UTENZE E/O FORNITURE SITE NEI COMUNI DI CUI AGLI ALLEGATI 1, 2 E 2BIS AL DECRETO-LEGGE 189/16

In conformità a quanto previsto dal decreto-legge 104/2020, fino al 31 dicembre 2020, è possibile beneficiare automaticamente delle agevolazioni tariffarie applicabili alle fatture relative alle utenze/forniture di cui si è titolare (fatti salvi i pagamenti già effettuati alla data del 15 agosto 2020).

L’agevolazione viene applicata automaticamente in bolletta/fattura dal venditore/gestore del servizio idrico integrato ad eccezione delle utenze/forniture site nei comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto.

Le utenze/forniture site in tali Comuni possono beneficiare delle agevolazioni, solo qualora valgano le seguenti condizioni:

• l’immobile in cui sono ubicate tali utenze/forniture sia divenuto inagibile a causa del sisma;
• siano state trasmesse al venditore/gestore del servizio idrico integrato la richiesta di agevolazione e la relativa documentazione.

Per richiedere le agevolazioni, è necessario inviare i moduli compilati, entro e non oltre il giorno 31 dicembre 2020, all’indirizzo mail sisma@vestinagaseluce.it.

Qualora un immobile sia stato reso inagibile dal sisma, è possibile richiedere la disattivazione/riattivazione gratuita del punto di fornitura entro il 31 dicembre 2020.

SE LA RICHIESTA È GIÀ STATA PRESENTATA IN PASSATO O SI ERA GIÀ IN DIRITTO ALL’APPLICAZIONE AUTOMATICA DELLE AGEVOLAZIONI, NON È NECESSARIO FARE NULLA. LE AGEVOLAZIONI VERRANNO PROROGATE AUTOMATICAMENTE.

SCARICA IL MODULO DI RICHIESTA

INFORMATIVA COMPLETA

 

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), in attuazione di una serie di interventi normativi, ha disposto diverse misure a sostegno delle popolazioni colpite dagli eventi sismici in riferimento alle forniture di energia elettrica e gas naturale site nei luoghi coinvolti.

Tali misure consistono in:

Eventi sismici del Centro Italia – 24 agosto 2016, 26-30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017

sospensione dei termini di pagamento delle bollette di energia elettrica e gas naturale emesse o da emettere, nonché delle procedure previste in caso di morosità (sospensione della fornitura o diminuzione della potenza), anche se precedente al sisma;

agevolazioni di natura tariffaria che prevedono l’azzeramento dei corrispettivi a copertura degli oneri di rete e di sistema, per le forniture di energia elettrica, e dei corrispettivi delle tariffe di distribuzione e misura, per le forniture di gas naturale. Per le utenze collocate in zona rossa, sono inoltre azzerate anche tutte le altre componenti della bolletta in quota fissa (ossia espresse in centesimi di euro/punto di prelievo/anno). Sono infine previste agevolazioni per il servizio di connessione per la fornitura di energia elettrica e per il servizio di attivazione per la fornitura di gas naturale;
rateizzazione automatica e senza interessi degli importi delle bollette i cui termini sono stati sospesi.

Le agevolazioni vengono erogate:

– in via automatica, a:

a) clienti finali titolari di almeno un contratto di fornitura attiva alla data del sisma nei Comuni di cui agli Allegati 1 e 2 e 2-bis al D.L. 189/2016 s.m.i., ad eccezione delle forniture attive site nei comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto;
b) clienti finali alloggiati in Strutture abitative di emergenza (SAE) adibite a civile abitazione e/o Moduli abitativi provvisori rurali di emergenza (MAPRE), incluse le utenze e le forniture ai servizi generali delle suddette strutture, e/o utenze site nelle aree di accoglienza temporanea alle popolazioni colpite allestite dai Comuni e quelle site negli immobili ad uso abitativo per assistenza alla popolazione;
c) clienti finali titolari di forniture localizzate nella zona rossa istituita mediante apposita ordinanza sindacale, emessa dal 26 agosto 2016 e al 25 luglio 2018, in relazione agli eventi sismici che hanno interessato i comuni di cui agli Allegati 1 e 2 e 2-bis al D.L. 189/2016 s.m.i.

– in via non automatica, previa richiesta del soggetto interessato, a:

a) clienti finali titolari di utenze attive alla data degli eventi, site nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto, che dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, ai sensi del testo unico di cui al D.P.R. 445/2000, con trasmissione agli uffici dell’Agenzia delle entrate e dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti;
b) clienti finali titolari di fornitura attiva alla data degli eventi, sita in altri Comuni delle Regioni interessate dagli eventi sismici (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria), che dimostrino il nesso di causalità diretto tra i danni (per l’ottenimento della sospensione dei termini di pagamento) oppure tra l’inagibilità (per l’ottenimento delle agevolazioni tariffarie) dell’immobile in cui è sita la fornitura e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da apposita perizia asseverata;
c) clienti finali che abbiano subito, a causa degli eventi sismici, gravi danni alla propria abitazione di residenza e siano in grado di dimostrare l’inagibilità totale o parziale della stessa ed il nesso di causalità con i menzionati eventi comprovato da apposita perizia asseverata;
d) con riferimento alle sole agevolazioni tariffarie, a utenze site nei MAP e destinate ai soggetti colpiti dagli eventi sismici e le forniture temporanee ad uso abitativo, come roulotte e camper, ad esclusione di quelle associate agli attrazionisti viaggianti, su richiesta dell’utente che abbia subito, a causa degli stessi eventi, gravi danni alla propria abitazione e sia pertanto in grado di dimostrare l’inagibilità parziale o totale della stessa ed il nesso di causalità con i menzionati eventi comprovato da apposita perizia asseverata.

La sospensione dei termini di pagamento è stata prorogata per tutti al 31 dicembre 2020. Alla stessa data sono state prorogate anche le agevolazioni tariffarie, così come il termine entro cui depositare l’istanza per poterne usufruire, come da avviso di seguito riportato.

Al termine della sospensione dei termini di pagamento, disposta con la Delibera 810/2016/R/com, verrà emessa una fattura unica di conguaglio che terrà conto delle agevolazioni tariffarie previste dall’ARERA e degli importi eventualmente già pagati dal cliente finale. Il termine ultimo per l’emissione di tale fattura unica è stato oggi prorogato al 30 giugno 2021.

Gli importi che sono stati oggetto di sospensione dei termini di pagamento verranno automaticamente rateizzati, senza l’applicazione interessi, per un periodo di 36 mesi. Il cliente, che ne faccia richiesta scritta, ad uno degli indirizzi sopra citati, potrà in ogni caso provvedere al pagamento in un’unica soluzione. Le rate dovranno essere pagate con una periodicità pari a quella di fatturazione e non dovranno essere inferiori a € 20,00.

Emessa la fattura unica di conguaglio riprenderanno anche le procedure previste in caso di morosità.

Principale normativa di riferimento

• D.L. 17 ottobre 2016, n. 189, convertito con legge 15 dicembre 2016, n. 229 e s.m.i.
• D.L. 29 maggio 2018, n. 55, convertito con legge 25 luglio 2018, n. 89 e s.m.i.
• D.L. 25 luglio 2018, n. 91, convertito con legge 21 settembre 2018, n. 108 e s.m.i.
• D.L. 24 ottobre 2019, n. 123, convertito con legge 12 dicembre 2019, n. 156 e s.m.i.
• D.L. n. 14 agosto 2020, n. 104, convertito con legge 13 ottobre 2020, n. 126 e s.m.i.

Scaricabili dal sito www.normattiva.it

• delibera ARERA 810/2016/R/com e s.m.i.
• delibera ARERA 252/2017/R/com e s.m.i.
• delibera ARERA 587/2018/R/com e s.m.i.
• delibera ARERA 54/2020/R/com
• delibera ARERA 429/2020/R/com

Scaricabili dal sito www.arera.it